A BUON INTENDITOR, POCHE PAROLE

Antonio Di Pietro ha sempre allontanato gli ” indegni ” (Scillipoti e Razzi docent ) o ha dato tre ore di tempo ai truffatori per sparire ( Maruccio docet). E allora ha fatto impressione vedere lui fuori dal Parlamento e gli altri ancora dentro grazie, sì, al sedicente ” statista ” che compra tuttu e tutti, non solo politici ma anche testimoni ai suoi processi con tanto di stipendio mensile di 2500 euro e che ora non si accontentano più perché la posta è diventata troppo alta.

Insomma, Di Pietro fuori, una beffa così grossolana non sarebbe stata possibile in un paese normale, ma il nostro è tutto fuorché normale, altrimenti tante oscenità non accadrebbero e forse nemmeno Grillo esisterebbe (politicamente parlando).

Fa impressione sentire Paolo Guzzanti (a proposito da che parte sta ora?) scandalizzarsi  per le vecchie pagliuzze di Romano Prodi e non farlo per le tante travi del suo capo e di quelle di altri candidati al Quirinale con le dovute eccezioni, ma queste sembrano proprio non piacere ai più.A questo proposito sorge l’ obbligo di una domanda: “Perchè Berlusconi tiene tanto  ad avere un Presidente della Repubblica di suo gradimento ?” .La risposta è una sola: “Perchè diverrebbe anche Presidente del CSM che dovrebbe far rispettare le sentenze”. Fa, inoltre, impressione vedere come i recenti veri scandali abbiano lievemente scalfito la credibilità e il consenso di certi partiti e, invece, quelli ” farlocchi ” ( Report docet ) abbiano azzerato l’ IDV. Ma anche Lazzaro si alzò e riprese a camminare e lo farà anche Di Pietro. Con più forza e la solita onestà. Anche il Premio Nobel Dario Fo lo dice con queste parole :”Aldilà dei suoi errori di valutazione, non penso che il suo Partito sia finito. Di Pietro è un tipo tosto, sa reagire, difficilmente mollerà perchè ha i numeri per fare Politica ( maiuscola )e farla bene “.Infatti la sua era una voce importante in una opposizione, l’ unica, che ora, a parte il M5S, ci mancherà tanto.

Cari elettori, è tempo di finirla con il ” carisma” a prescindere e stupido. Non vi da lavoro né da mangiare. Il carisma bisogna meritarlo con azioni e comportamenti onorevoli, altroché puttanate. A buon intenditor poche parole.

A BUON INTENDITOR, POCHE PAROLEultima modifica: 2013-04-17T08:38:00+00:00da idvcolonna
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento